Feed RSS

“Prima o poi lo farò” buone vacanze a pois

Inserito il

Ritorna la mia rubrica "Prima o poi lo farò" con link a tutorial fantastici dove anche io provo a cimentarmi nel progetto dando la mia personale interpretazione!

Aspettando l'estate ho realizzato una cosa che secondo me ti piacerà moltissimo. Questa volta serve la macchina da cucire e un bel po' di tessuto!

Hai sicuramente intravisto su pinterest o su qualche profilo instagram quei fantastici asciugamani rotondi a forma di anguria o di mandala e così ho pensato di realizzarne uno anche io!

Ho trovato il diy (Do It Yourself) sul profilo pinterest di Antonella, Blog a Cavolo  Il tutorial è di Perles&Co dove potete trovare in vendita anche tutti i materiali per farlo.

Io ho utilizzato del tessuto che avevo già a disposizione a casa, tra cui un tessuto a pois rossi che mi hanno fornito per la collaborazione con il blog di Casa Stile.

Invece che usare un telo semplice dipingendolo ho sovrapposto il telo a pois con un telo di spugna per poi contornarlo con una bellissima fettuccia rossa a pallini che si abbina benissimo ai pois rossi. Il diametro del telo è di 150 cm

Il risultato è questo e l'ho già portato al mare! E' bellissimo stendersi in mezzo e decisamente attira moltissimo l'attenzione dei bagnanti!

Se lo farai anche tu sicuramente farai un figurone! Mi mandi le foto della tua creazione?

L'unico punto negativo è che è molto ingombrante portarselo nella borsa. Nel caso mi venisse la voglia di farne un altro probabilmente utilizzerei quei fantastici teli in microfibra della Decathlon cucendoli nel mezzo.

Intanto io me ne vado in vacanza, ci rivediamo a fine agosto! Rientro con l'idea di partire a settembre carica come una molla e con un giochino da fare insieme! Riposi anche tu nei prossimi giorni vero? Ho bisogno della tua energia quando rientri!

 

Finisce una bella avventura, ne inizia un’altra

Inserito il

Quella tra me e A little Market, come rappresentante regionale per la Lombardia, è stata una bellissima avventura….ma non sono triste, perché ne sta nascendo un’altra con Cotton Friday, adesso vi racconto….

IMG_2040

L‘avventura con alm si è conclusa bruscamente in questi giorni. Il 3 luglio abbiamo saputo dai social che la piattaforma chiude il 1 settembre con relativo licenziamento delle 4 persone che lavoravano per la Francia in Italia, Sara, Mafalda, Eleonora e Lara, appena arrivata. Etsy nel 2014 ha comprato la piattaforma e quest’anno ha deciso di eliminarla, per contenere i costi, per eliminare la concorrenza, per rispondere a dinamiche di mercato che non conosco, non essendo un’economista!

Questo è il comunicato di A little Market con anche la spiegazione di come trasferire i prodotti dalla piattaforma a Etsy.

Mi ci è voluta una settimana per metabolizzare l’accaduto perchè A Little Market per me non era solo una piattaforma per vendere le mie creazioni, che tra l ‘altro iniziava ad ingranare con ottime recensioni (per la chiusura le mie creazioni sono tutte in saldo, approfittarne è d’obbligo. Cliccate QUI!)

Era una famiglia, quella delle rappresentanti regionali che nell’ultimo anno si era rinnovata e che avevo conosciuto in parte durante la fiera “Il mondo creativo” a Bologna.

Più stretta  la relazione con le mie colleghe milanesi, Anna di Tamago Craft e Clara di Petit Pois Rose e con l’aggiunta di Giulia di Juice For Breakfast. Con loro si è creata un complicità unica, quella che unisce le persone quando in pochi mesi devi organizzare un evento di due giorni, con pochissime risorse e con tanto impegno.

Per questo appena abbiamo saputo della chiusura ci siamo sentite (abbiamo passato la giornata attaccate a whatsapp, tutti gli appuntamenti della giornata sono passati in secondo piano) per capire come fare per non perdere questa preziosa amicizia, la possibilità di non disperdere la community delle creative e delle amanti dell’handmade, non annullare i programmi che avevamo partendo da settembre.

Abbiamo creato un collettivo, Cotton Friday,  per parlare di hand-made in stile “A little”, per tenerci unite, per aiutare chi sta iniziando (come ha fatto A little Market con me) per divertirci, per sentirci coccolati come in bottega.

“E’ un po’ come quando i centri commerciali hanno ingoiato e fatto sparire le piccole botteghe di paese, dove tu andavi anche per scambiare quattro chiacchiere, trovavi il solito volto sorridente, la merce fresca e della zona, la vicina di casa rompiballe ed il vicino strano; dove ti sentivi chiamare per nome e a Pasqua mettevi il numero per vincere l’uovo gigante” Lucia Locatelli – Impressioni.it

Cotton come cotone, fresco, fibra naturale, bianco o colorato.

Friday come venerdì, week end, libertà, casual, aperitivo, divertimento.

Cotton Friday ♡


Aggiungete voi gli aggettivi che vi piacciono di più e seguiteci su Instagram e su Facebook per sapere delle attività che vogliamo organizzare nei prossimi mesi.

A testimonianza che le creative non mollano mai, “quando si chiude una porta noi sfondiamo il muro”, le bolognesi stanno creando “ilLabbo” il laboratorio, il lab di Bologna, il nome ha diverse interpretazioni, con l’intenzione di coordinare alcuni eventi a livello nazionale, tra cui “Craftiamo”, noi le supportiamo (fatelo anche voi) 

 

Perdersi per ritrovarsi 

Inserito il

Vi starete chiedendo dove sono finita…in effetti non scrivo da un po’…ho perso la strada e anche un po’ d’ispirazione…gli ultimi 6 mesi sono stati i più difficili degli ultimi anni per via della mia salute ballerina…mi è sembrato di vivere col freno a mano tirato: per fare qualsiasi cosa dovevo mettere il doppio dell’energia!

Ora sono in Puglia in vacanza, la scusa è il matrimonio di una mia carissima amica, il mio anniversario di matrimonio, la quantità enorme di ferie da fare di mio marito…non ci abbiamo pensato due volte e a febbraio abbiamo prenotato aereo e albergo!

Questo stacco dalla routine mi aiuterà sicuramente a riposare, a recuperare la mia dimensione e a riprendere poi con più grinta.

Ne sto approfittando anche per studiare il corso di Bloggin di Gioia Gottini  per poi ripartire a settembre con una nuova impostazione del sito/blog, nuove rubriche e nuovi contenuti più legati alla mia attività artigianale.

I post de “La via dell’artista” rimarranno sempre a disposizione per chi inizierà a leggere il libro e ha bisogno di un supporto, uno stimolo o un confronto!

Perdere la strada a volte serve per ritrovarne una nuova, magari più interessante!

Bastano 2 libri per allontanare il perfezionismo?

Inserito il

Dopo la mia avventura al Mondo Creativo, andata benissimo, nonostante un ascesso ad un dente che mi ha fatto passare 4 giorni imbottita di antidolorifici, vorrei ritornare a parlarti di sblocco creativo!

E ho assolutamente bisogno di te, magari della tua esperienza, di un consiglio su come fare…e adesso ti spiego il perchè!

Dopo aver letto il libro “La via dell’artista” ho capito qual’è il mio blocco principale, che potrebbe essere anche il tuo….la perfezione! Non ho paura di sbagliare nel fare le cose, ci stà la creazione venuta male e mi piace molto sperimentare, imparare cose nuove e provare materiali e tecniche sconosciute.

Quella che mi blocca è la perfezione che ricerco nella vita di tutti i giorni: se non ho la casa in ordine non inizio a creare, mi irrita vedere il mucchio di vestiti da stirare che si alza sempre di più, mi fà arrabbiare mio marito che mette i piatti nel cestello superiore della lavastoviglie….magari poi la polvere è in giro ovunque e i panni non ho mai voglia di stirarli, ma ho certe cose, imparate da anni e anni di “imprintig” da parte sia di mia mamma che da parte di mio papà, che mi “disturbano”.

Mi rendo conto che in confronto a problemi molto più seri come una malattia o la mancanza di lavoro sto parlando di cavolate, ma secondo me sono proprio le cavolate del quotidiano che nella routine di tutti i giorni, tolgono armonia e dolcezza alla vita e alle persone.

Sto cercando, con grande difficoltà, lo dichiaro altrimenti mio marito, che subisce più di tutti questo mio blocco, dice che scrivo ma che i risultati non si vedono, di scardinare anni e anni di metodologia acquisita nella mia famiglia di origine per la ricerca della perfezione perduta.


Senza andare a disturbare uno psicologo, che al momento non riesco a permettermi, ho preso i libri di Keri Smith “Questo non è un libro” e “Piccolo manuale dei grandi sbagli” lo scorso anno, nella speranza che mi aiutassero ad uscire dalle dinamiche che metto in atto solitamente…sono ancora intonsi.

Portati in borsa per mesi e mai aperti, e l’idea di perfezione, inesistente, è ancora lì!

Ecco forse ho capito che ho anche un altro tipo di blocco…ho paura da iniziare! Forse le due cose sono anche collegate!

Insomma mi dite come/cosa devo fare? Come fate voi?

Ho voglia di godermi la vita anche se non è proprio tutto perfetto!

Pronti, partenza, via!

Inserito il

E’ tutto pronto!

Domani si parte per “Il mondo Creativo” la fiera della creatività che ci sarà dal 31 al 2 aprile a Bologna.

Print

Sono contenta per la collezione nuvole che sono riuscita a realizzare, ho utilizzato diversi materiali quali ceramica bianca, argilla e stoffa ma tutte le creazioni hanno un comun denominatore che è la leggerezza, tra nuvole, piume e  arcobaleni.

Sono contenta perchè avrò l’occasione di conoscere dal vivo tante persone che seguo on-line sui social, la squadra di A little Market è fortissima e chiacchieriamo ormai da due mesi, è giunto il momento di vederci!

Ecco chi saremo! Vi metto i loro profili instagram così potete sbirciare subito le creazioni fantastiche che fanno. Non avete instagram? E’ ora di creare un account tutto vostro! 😉

Fii Design , Le idee della Vale, Tamago craft (con cui ho collaborato nella realizzazione di alcune creazioni) Calzette Rosse, The Llamas, Shaula, La zia inuccia, A 4 mani, Violino Viola, Insunsit

Chiaramente trovate le loro creazioni in vendita, come anche le mie, sul sito di A little Market che quest’anno si è superata organizzando anche un corner a tema wedding, dove esporrò qualche creazione anche io, oltre ai workshop che tutte noi faremo nei tre giorni della fiera.

Il mio workshop consisterà nel fare insieme una collana con fettuccia, vi insegnerò il punto i-cord che è semplicissimo con cui si può creare un tubolare che può avere diversi usi. Una volta fatta la collana, giocando con i colori, applicheremo i fiori e le perline in ceramica che ho creato nei giorni scorsi.

Vi aspetto a Bologna quindi e per farvi una coccola anticipata, avete la possibilità di avere un biglietto d’ingresso a prezzo ridotto! Basta scaricare l’immagine qui sotto e stamparla!!! Approfittatene!!!!!